Carmine Di Giandomenico


Classe ‘73, noto al pubblico soprattutto per il personaggio di Giulio Maraviglia, creato assieme ad Alessandro Bilotta e per la distopia de La Dottrina. Il suo esordio ai disegni
avviene con la miniserie Examen, scritta da Daniele Brolli, notato dall’editore Marvel Comics, gli viene commissionato un numero della serie Conan scritto da Chuck Dixon per il mercato spagnolo.
Collabora come story-board artist per televisione e cinema (con i registi Martin Scorsese, Tsui Hark e Sergio Rubini), ha progettato e realizzato l’architettura per la città virtuale Patapan per il sito ufficiale del cantautore Claudio Baglioni.
Nel 2004 come autore completo realizza l’opera in 2 parti Oudeis, rilettura in chiave cyber-fantasy di Ulisse.
Nel 2005 collabora sempre con Alessandro BiIlotta e inizia due serie francesi, Romano per Glenat, e La lande des Aviateurs per Humanoides Assosies.
Nel 2005/6 inizia la collaborazione (tutt’oggi in corso) con Marvel Comics con la miniserie Vegas
scritto da Karl Kesel, prosegue con la realizzazione di una storia breve di Paladin insieme a Chris
Kipiniak.
Continua con due one-shot, Justice scritto da Peter David e Red Wolf sempre con Karl Kesel.
Realizza anche due What if? su Capitain America, insieme a Tony Bedard, (2005) e su Wolverine (2006) insieme a Jimmie Robinson.
Nel 2007 inizia la realizzazione delle miniserie Battlin’ Jack Murdock per la quale otre al disegnatore è anche “ideatore” della storia e “co-sceneggiatore” insieme a Zeb Wells, a cui seguono tra il 2008 e il 2015 numerose altre mini serie.
Nel 2012 realizza le illustrazioni grafiche su innesti fotografici per il libeccio del CD MUSICALE ”UN PICCOLO NATALE IN PIÚ” di CLAUDIO BAGLIONI.
Attuamente è uno dei 10 copertinisti di Dylan Dog per la serie della “Gazzetta dello Sport “ “I colori della Paura” in corso di pubblicazione, ha appena terminato di disegnare il remake di una delle storie più belle di Dylan Dog “Il Lungo Addio” scritto da Paola Barbato e che verrà pubblicato nel 2016.

Lascia un commento